Al Nurburgring Barone Rampante ad un passo dai punti

Lo scorso fine settimana si è svolto il sesto appuntamento della stagione della Formula V8 World Series. Il difficile circuito tedesco del Nurburgring è stato teatro di un week end a fasi alterne, con una buona qualifica, conclusa a ridosso della top ten, mentre le due gare sono terminate con un dodicesimo posto la prima, mentre la seconda è finita anzitempo a causa di un testacoda.

Le prove di qualificazione si sono svolte senza particolari intoppi, con Giuseppe Cipriani in costante crescita, tanto da arrivare distanziato di poco dalla top ten.

Come sempre Cipriani ha dimostrato di ben figurare in gara, tanto da partire come sempre ottimamente al semaforo verde di gara uno. Il suo passo costante e il suo saper uscire alla distanza, gli hanno consentito di arrivare dodicesimo assoluto, ma con crono di assoluto valore sul finire della corsa, merito anche di una oculata gestione degli pneumatici.

In gara due, dopo una buona partenza, un testacoda durante il primo giro ha fermato purtroppo subito la corsa di Giuseppe Cipriani: durante la bagarre dopo lo start la sua vettura si è intraversata, rimanendo bloccata sul cordolo senza possibilità di ripartire. La corsa del pilota veneto è terminata lì, con la Safety Car entrata in pista a neutralizzare la corsa per permettere di spostare la monoposto numero 15.

E’ Ferdinando Ravarotto a raccontare il week end tedesco del Barone Rampante: “Peccato per il testacoda di gara due perché dopo aver visto i tempi di Giuseppe a fine gara uno, eravamo convinti di poter ben figurare e poter entrare in zona punti nella seconda corsa. Devo dire che quest’anno Giuseppe sta dimostrando una grande capacità di conservare gli pneumatici, che gli consente di mantenere un passo costante lungo tutto l’arco della corsa, mentre gli avversari verso il finire della gara sembra consumino di più gli pneumatici e siano in difficoltà negli ultimi giri. E’ quello che notiamo guardando i tempi di fine corsa. Siamo contenti di questo, anche perché vediamo i progressi fatti rispetto alla scorsa stagione e la cosa ci rende piuttosto soddisfatti. Ora guardiamo con fiducia alle prossime trasferte extraeuropee”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *